Archivio mensile:luglio 2015

Consiglio comunale del 9/07/2015

Nel consiglio comunale dello scorso giovedi sono stati affrontati diversi punti. Ecco, come sempre, una sintesi di ciò che è stato discusso durante l’assemblea.
I primi due punti riguardavano l’approvazione dei verbali delle sedute precedenti; il nostro voto è stato contrario perchè da tempo lamentiamo che i verbali sono incompleti, di fatto un “copia-incolla” del testo della delibera senza alcun dettaglio aggiuntivo.
I successivi quattro punti vertevano sulla determinazione delle aliquote IMU, TARI e TASI per il 2015: poichè il testo della delibera è pressoché identico a quello votato l’anno scorso e le quote delle aliquote non hanno subito nessuna variazione, ci siamo astenuti, in linea con la votazione di un anno fa.
Si è parlato poi dei piano triennale delle opere pubbliche redatto dall’Amministrazione. Ci siamo espressi in maniera contraria perchè, ancora una volta, tutti i progetti elencati subiscono lo slittamento di uno o due anni rispetto al prospetto del 2014. Opere importanti e necessarie, come un nuovo impianto sportivo oppure la piazza del Comune, continuano ad essere posticipate, fino a quando non si sà.
Dopo l’approvazione di un paio di punti di carattere formale, votati all’unanimità dal Consiglio, si è passati alla discussione del bilancio di previsione 2015. Dopo un lungo dibattito su alcune voci del documento, durante il quale abbiamo espresso le nostre perplessità riguardo l’aumento della spesa corrente del Comune, ci siamo schierati contro l’approvazione del documento. Nel corso della discussione è scaturito anche un confronto tra le posizioni di maggioranza e opposizione sulle gestioni associate, che ha visto i nostri consiglieri difendere le forme di convenzione tra Comuni, in grado di generare maggiori entrate economiche a causa degli incentivi che esse offrono. Dall’altro lato invece, l’Amministrazione si è schierata contro questa possibilità, sostendo che a livello ideologico la gestione associata può essere una idea valida, ma che non è applicabile sul piano pratico per questioni legate alle necessità dei singoli Comuni. La discussione di questa tematica ha introdotto il punto numero undici, che riguardava una variazione dello schema di convenzione tra Tribiano, Mediglia e Comazzo per la funzione di polizia municipale. Poichè questa gestione associata non ha mai funzionato, abbiamo espresso da sempre i nostri dubbi in merito all’efficacia di questo accordo, non vediamo come possa migliorare inculdendo Comazzo nello schema, che oltre a distare 10km dal nostro paese, possiede solo due vigili urbani. Per questo il nostro voto è stato contrario.
Infine abbiamo trattato la mozione presentata dalla nostra Lista (trovate il testo cliccando qui), che costituiva un atto di impegno da parte del Comune contro le infiltrazioni mafiose sul nostro territorio. Una richiesta necessaria, anche alla luce dell’inaugurazione del Presidio di Libera sud-est Milano, di cui anche Tribiano fa parte. L’assemblea ha votato il provvedimento all’unanimità e con la trattazione di questo punto si è concluso il Consiglio comunale.

Cos’è successo al Parco Freud?

La Lista per Tribiano, a seguito degli eventi verificatisi negli ultimi giorni relativi alla gestione del Centro Polifunzionale Parco Freud, ha presentato domanda al Sindaco per chiedere chiarimenti in merito alle motivazioni della revoca dell’autorizzazione al subentro degli attuali gestori. Le motivazioni della delibera di giunta n. 42 del 15/06/2015 (inadempienza contrattuale causa morosità) differiscono dalla dichiarazione del Sindaco (mancanza dei requisiti necessari) riportata sul “Cittadino” del 30/06/2015 e non smentita.
In attesa della risposta dell’Amministrazione Comunale monitoreremo la situazione con la massima attenzione e con tutti gli strumenti a nostra disposizione, partendo dall’analisi approfondita della documentazione prodotta. Vista la gravità della vicenda e l’importanza dell’argomento sarà nostra cura aggiornare la cittadinanza sugli sviluppi che emergeranno nelle prossime settimane.

confrontoMotivazioni