Archivio mensile:dicembre 2015

Consiglio Comunale del 30/11/2015

Si è tenuto, Lunedì 30 Novembre, un consiglio comunale con all’ordine del giorno due punti piuttosto importanti: l’approvazione della variazione del piano triennale delle opere pubbliche 2015/2017 e la variazione del bilancio previsionale 2015. I due punti sono, in verità, strettamente interconnessi e si originano da quella che pare essere un’apertura del governo sulla possibilità, da parte dei Comuni, di impiegare l’avanzo di bilancio per la realizzazione di opere pubbliche, a patto che esse siano già state già progettate (anche a livello preliminare) entro il 30 Novembre 2015. Giusto, dunque, da parte della nostra amministrazione, tentare di sfruttare questa opportunità e questo apparente allentamento del patto di stabilità, anche in considerazione del fatto che l’avanzo di bilancio del nostro comune è piuttosto sostanzioso (circa 2,5 milioni di Euro, se non erro). Peccato, però, che in ragione del vincolo sulla necessità che l’opera da finanziare sia già stata progettata, il nostro comune potrà sfruttare solo in minima parte questa situazione favorevole. In sostanza solo per completare il previsto ampliamento del cimitero (mettendo mano all’intero progetto e non solo al primo lotto come originariamente annunciato) e per realizzare la piazza comunale, peraltro già pianificata. Rimangono fuori altre opere che si sarebbero potute realizzare, sfruttando al massimo questa incredibile occasione: pensiamo ad esempio alle nuove strutture per lo sport, promesse da anni e da anni sistematicamente rimandate. Era il 2012 quando l’attuale maggioranza scrisse, in risposta ad una nostra raccolta firme per la realizzazione di una nuova palestra: “Vi comunichiamo ufficialmente che l’attuale coalizione di maggioranza ha deliberato perché venga dato incarico a un professionista l’elaborazione del progetto di massima circa i due campi da calcio e quello di bocce, al fine di dare concretamente avvio alla procedura che porterà a Tribiano un polo sportivo. Nel caso sia possibile, quindi burocrazia permettendo, faremo di tutto per anticipare i tempi. L’opposizione già lo sapeva, ma ha voluto ad ogni modo furbescamente raccogliere le firme per accaparrarsi simpatie tra la cittadinanza”. Evidentemente non era vero niente, perché se il progetto fosse stato realmente realizzato, oggi avremmo potuto mettere mano al nuovo polo sportivo. Un incredibile occasione persa!