Archivi tag: dup

Consiglio comunale del 28/12/2016

Si è svolto l’ultimo consiglio comunale del 2016.

Dopo l’approvazione dei verbali delle precedenti sedute, abbiamo discusso la quinta variazione al bilancio di quest’anno, varata dalla Giunta. Sostanzialmente si tratta di un’ulteriore ridistribuzione dell’avanzo di amministrazione per finanziare i lavori di conversione del vecchio Municipio in Caserma dei Carabinieri (450.000€) e per la realizzazione dei nuovi impianti sportivi (400.000€). Nel corso del dibattito abbiamo ribadito la nostra posizione: avevamo accolto con parere favorevole la proposta di trasloco dell’Arma, a patto che l’operazione non comportasse costi per i tribianesi. Il processo di trasferimento sarà invece a carico dei cittadini e il gruppo di maggioranza è stato molto chiaro nel definire questa decisione come una «scelta sia politica che amministrativa» finalizzata alla realizzazione di un’opera considerata «prioritaria» dall’esecutivo. Di conseguenza, il nostro voto è stato contrario.
Il punto successivo, direttamente legato a quello appena trattato, riguardava la revisione del DUP (Documento Unico di Programmazione) per aggiornare il calendario dei lavori delle opere pubbliche sulla base delle variazioni appena approvate. Rispetto alle cifre esposte sopra, il costo totale di ciascuna delle due opere aumenta di 50.000€, per via dei relativi costi di progettazione. Anche in questo caso il nostro voto è stato negativo.
L’ultimo argomento di discussione è stata una mozione presentata dalla nostra Lista, per chiedere che anche Tribiano aderisse alla campagna “Verità per Giulio Regeni”, promossa da Amnesty International. Si tratta di un atto simbolico, una presa di posizione a nostro avviso necessaria in situazioni del genere. Il gruppo di maggioranza ha accolto la nostra proposta, ma non era d’accordo sull’esporre lo striscione della campagna sulla facciata del Palazzo municipale. Per questo motivo io e i miei colleghi abbiamo deciso di ritirare la mozione per ripresentarla modificata al prossimo Consiglio, così che l’assemblea possa votarla all’unanimità.